Come lavoriamo

Nel 2018 il nido d’infanzia Oasis ha avviato un percorso di adesione al metodo Montessori.

Abbiamo sempre lavorato affinché ciascun bambino potesse trovare nel nido un ambiente accogliente, capace di rispondere ai suoi bisogni e di fornirgli stimoli e strumenti significativi per il proprio percorso di crescita, con un’attenzione particolare verso ciascuno attraverso l’ascolto e l’osservazione del bambino stesso. Abbiamo sempre creduto nella formazione continua delle educatrici, per offrire alle famiglie un servizio aggiornato e di maggior qualità.

Abbiamo sempre pensato che la qualità debba essere offerta a tutti, senza alcuna esclusione.

Questo il punto di partenza che ci ha portate ad incontrare il Metodo Montessori, studiarlo a fondo,  ottenere la qualifica e iniziare ad introdurlo nella quotidianità con i bambini.

Esso infatti ci ha fornito l’occasione per riflettere, ripensare al nostro lavoro, agli spazi, alle attività che offriamo ai bambini; ci ha suggerito una metodologia, strutturata nel tempo a partire da un attento studio del bambino e del suo percorso di crescita; ci ha fatto emozionare nella scoperta di come riesca ad incontrare i bisogni del bambino e gli permetta di trovare in piena autonomia risposte e nuove domande; ci ha spinte a perfezionarci, a mettere al centro il bambino.

Un’offerta di tale qualità viene condivisa ogni giorno nel nido, offrendo ad ogni bambino un percorso di crescita e si concretizza sia nell’organizzazione degli spazi e nella strutturazione del tempo della routine sia nell’offerta di attività.

Per noi il nido d’infanzia è un servizio educativo, luogo privilegiato di crescita e sviluppo delle potenzialità individuali, cognitive, affettive e sociali, finalizzato alla costruzione dell’identità, dell’autonomia e dell’interazione con altri bambini ed adulti in uno sviluppo armonico della personalità.
L’obiettivo primario è favorire la crescita del bambino in modo sereno, in un ambiente che sappia continuare ed integrare l’attività della famiglia; per questo nel nido Oasis l’ambiente ha carattere molto familiare rinforzato dalla presenza di volontari di varie età in cui i bambini possono ritrovare “nonni” o “fratelli maggiori”.

Progetto didattico

Il progetto didattico del nido Oasis si basa sull’attenzione e il rispetto dei bambini e della loro cultura d’origine.
Una volta acquisita una buona conoscenza del gruppo dei bambini, dei loro tempi di crescita e dei loro bisogni le educatrici focalizzano la loro attenzione su particolari aspetti da sviluppare.
Questi sono i progetti didattici in corso di svolgimento nelle due sedi del nido Oasis:

 

Attività

Oltre alle attività di ispirazione montessoriana, le educatrici propongono ai gruppi classi alcune attività mirate a sviluppare le competenze dei bambini. Vi presentiamo le principali.

Lettura per educare all’ascolto, sviluppare il linguaggio, la curiosità e sostenere l’attenzione.

Grafica per stimolare e sostenere le capacità grafiche, invogliare i bambini ad utilizzare materiali diversi, stimolare le capacità di osservazione, educare l’attenzione e la concentrazione.

Musica per educare all’ascolto di vari generi di musica, imparare a riprodurre suoni, memorizzare melodie e testi, associare alle parole i gesti.

Psicomotricità per favorire il controllo del movimento nello spazio, conquistare la fiducia in se stessi, imparare a riconoscere le proprie capacità e accettare le regole dei giochi.

Manipolazione per favorire nuove esperienze attraverso il tatto, stimolare la concentrazione e l’osservazione, esprimere la propria creatività e fantasia e lavorare sulla muscolatura della mano e la coordinazione oculo-manuale.

Cucina per permettere al bambino di comprendere come nascono alcuni alimenti a lui familiari, come il biscotto, o la pizza e per fargli scoprire come creare prodotti nuovi, a partire da ingredienti base che mangia ogni giorno.

Gioco simbolico per aiutare il bambino a sviluppare le emozioni, il linguaggio, e l’apprendimento attraverso i travestimenti, l’imitazione dell’adulto e lo scambio dei ruoli.

Esplorazione all’esterno del nido per offrire al bambino la possibilità di: esplorare il mondo esterno, conoscere la vita quotidiana della città in cui vive, riconoscere nei negozi oggetti, alimenti, situazioni già viste nei libri di lettura, familiarizzare con i mezzi di trasporto che non si usano abitualmente (metropolitana, funicolare, treno, ascensore, scale mobili …).

Uscite ordinarie

Ogni volta che il meteo lo consente, ci piace portare i bambini in uscita, alla scoperta della città e dei suoi quartieri: giardini e spiaggia per i bimbi di Montebruno, chiostro di Santa Maria di Castello e giardini Luzzati per i bimbi di Mascherona.
Si specifica che le uscite avvengono solo in presenza della disponibilità di almeno un adulto ogni due bambini.

Uscite straordinarie

Grazie alla presenza dei volontari, possiamo portare i bambini all’Acquario di Genova, a teatro, alla Città dei Bambini, al Mercatino di San Nicola, o in visita ad altri musei della città. Sono momenti indimenticabili e significativi per la crescita dei bambini!

Autonomia

Ancor prima di dare il via al percorso che ci ha portato a diventare nido Montessori, abbiamo sempre sostenuto il processo di autonomia dei bambini, convinti che fosse un eccellente strumento di emancipazione e di crescita.

In particolare curiamo lo sviluppo dell’autonomia dei bambini in questi momenti di vita al nido:

  • Igiene personale: i bambini imparano a lavarsi ed asciugarsi le mani da soli, avendo cura di insaponare e sciacquare ogni dito della mano. Allo stesso modo, imparano ad usare il vasino prima e il gabinetto poi, senza l’intervento dell’adulto che resta accanto al bambino per supervisionare.
  • Vestiti e scarpe: grazie all’accessibilità di porta scarpe ed appendi abiti, i bambini imparano a mettersi e togliersi scarpe e ciabatte e a posizionarle nel loro contenitore, così come ad appendere le felpe o giacche al loro posto.
  • A tavola: i bambini sono stimolati a prendere, indossare e posare il loro bavaglino in autonomia e, durante il pasto, a servire se stessi e i propri compagni, o a versarsi l’acqua da soli. Grazie a speciali carrelli i bambini possono anche apparecchiare e sparecchiare la tavola, in base alla crescita del singolo.
  • Nanna: prima di andare a dormire, i bambini posano le ciabatte e prendono da soli i loro ciucci, o i peluche preferiti e sono aiutati a conquistare un addormentamento autonomo e sereno, aiutati da una musica rilassante e dalla lettura di libri.